Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la  Cookie Policy.

Il problema dell’assistenza ai malati oncologici della nostra Regione ha visto realizzato uno dei momenti più importanti sulla via di una risposta sempre più adeguata al progresso scientifico e alle esigenze della popolazione.

Si è infatti tenuta a Perugia, martedì 30 ottobre 2007, la prevista Conferenza Regionale Programmatica per l’Oncologia, organizzata dalla Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali in collaborazione con il Centro di Riferimento Oncologico Interaziendale (CRO ), che aveva il compito di delineare gli atti concreti per l’ottimizzazione delle strutture oncologiche della nostra regione e la loro piena integrazione da attuare a breve-medio termine.

Il programma della Conferenza era incentrato a definire i risultati attuali in termini di incidenza e mortalità con i dati del Registro Tumori, le criticità del sistema viste da vari punti di osservazione, anche dal volontariato, i modelli di organizzazione regionale a rete già attuati nelle Regioni Piemonte e Val d’Aosta e Toscana, la proposta di una rete oncologica regionale dell’Umbria e la caratterizzazione dei punti nodali della rete (Poli e servizi oncologici delle ASL,assistenza domiciliare etc.)
Sono stati trattati anche i temi fondamentali della formazione del personale e il ruolo della ricerca nell’ambito di una rete regionale.

La Conferenza è stata molto sentita dagli specialisti del settore, presenti in gran numero, in rappresentanza di tutte le componenti specialistiche oncologiche o comunque afferenti all’oncologia, da tutti i centri della regione.

La piena partecipazione delle Amministrazioni delle Aziende Ospedaliere e delle ASL rappresentate dai Direttori Generali o Sanitari, il pregnante saluto dei Sindaci di Perugia Renato Locchi e di Terni Paolo Raffaelli, della Presidente della Regione Maria Rita Lorenzetti e del Magnifico Rettore dell’Università di Perugia Prof Francesco Bistoni hanno voluto significare il riconoscimento dell’attività svolta in questo campo dal CRO e un chiaro sostegno alle iniziative volte a integrare tutte le competenze del settore,sia universitarie che ospedaliere e a prospettare ulteriori sviluppi soprattutto nel campo della ricerca.

La tavola rotonda conclusiva, moderata dal Direttore della Direzione generale Sanità e Servizi Sociali Ing. Di Loreto e dal Direttore Scientifico del CRO Prof Tonato, ha permesso di discutere le proposte presentate nel corso della giornata di lavoro per rendere operativa la rete e per definirne le attribuzioni.

Le conclusioni tratte dall’Assessore Rosi sono state accolte con grande soddisfazione da tutti i presenti perché hanno permesso di individuare chiaramente gli interventi per la costituzione di un Istituto o Rete Oncologica Regionale dell’Umbria, la sua strutturazione con i 2 Poli oncologici di Perugia e Terni, i Servizi oncologici delle 4 ASL,i servizi territoriali e i Medici di famiglia. A tutto ciò dovrebbe fare da supporto operativo una rete informatica coordinata dai servizi informatici della Regione permettente interazioni automatiche tra i vari servizi ed in primis con il Registro dei Tumori Umbro di popolazione.

Il tono generale dei lavori è stato molto costruttivo e questo,unitamente all’impegno delle istituzioni ad appoggiare le iniziative di cui sopra, è un ottimo auspicio a che ai cittadini dell’Umbria venga offerta una prospettiva di ulteriore miglioramento dell’assistenza oncologica rispetto allo standard attuale, per molti aspetti già soddisfacente.

PER INFORMAZIONI CONTATTARE IL + 39 0755784107 O SCRIVERE  reteoncol.umbria@ospedale.perugia.it