Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la  Cookie Policy.

 ATTIVO: primo paziente maggio 2019

BACKGROUND

La mancata aderenza alle linee guida su prevenzione e trattamento delle differenti tossicità indotte da chemioterapia, terapie targeted (TT) e immunoterapia è motivo di potenziale incremento della incidenza e della durata degli stessi eventi avversi.
Vi è inoltre la necessità di un riconoscimento precoce degli effetti collaterali per una adeguata gestione clinica e per ridurre l’intensità e la durata degli
stessi.
Una migliore gestione delle tossicità può impattare anche sul rispetto di una adeguata dose-intensity dei trattamenti oncologici.
E’ tuttora aperto il dibattito della comunità scientifica sulle modalità e strumenti di valutazione delle tossicità. In particolare, i maggiori quesiti dibattuti riguardano:

  • la segnalazione degli effetti collaterali da parte del medico e/o del paziente;
  • il ruolo dell’infermiere nella valutazione degli stessi effetti collaterali;
  • quanto le modalità di valutazione (frequenza di valutazione, figura coinvolta nel monitoraggio degli eventi avversi) impattano su:
    • riduzione quantitativa tempo passato con tossicità;
    • aderenza al trattamento stesso.

Il recente studio di Basch (JAMA 2017) conferma come i pazienti che utilizzano le patient reported outcomes come valutazione delle tossicità e reporting elettronico delle tossicità rispetto a monitoraggio standard in setting di pazienti metastatici in trattamento con chemioterapia.
Vi è quindi la necessità di uno studio clinico randomizzato multicentrico in setting specifici (chemioterapia, TT, immunoterapia) per valutare impatto di intervento infermieristico programmato e continuativo

OBIETTIVI

Primario: Valutare il numero di giorni trascorsi con almeno una tossicità di grado >3 tra quelle considerate.

Secondario:
 Incidenza e durata delle tossicità di grado 1-2;

  • Numero di accessi in pronto soccorso e numero di visite ambulatoriali specialistiche non programmate;
  • Numero di ricoveri ospedalieri e relative giornate di degenza per tossicità dovute ai trattamenti;
  • Valutazione della Qualità della vita.

Esplorativo:
Valutazioni della posologia del trattamento chemioterapico (Dose Intensity).

 

REFERENTI ROR

  • per Perugia Dr. Fausto Roila;
  • per Terni Dr. Sergio Bracarca,
  • per Gubbio-Gualdo Tadino Dr. Marco Gunnellini;
  • per Città di Castello Dr. Luigi Castori;

 

STRUTTURA DI RIFERIMENTO

Azienda Ospedale di Perugia - Oncologia Medica

 

 

SCARICA DOCUMENTO SINOSSI COMPLETO

PER INFORMAZIONI CONTATTARE IL + 39 0755784107 O SCRIVERE  reteoncol.umbria@ospedale.perugia.it